Think Tank Theology

Storia

« Promuovere l’interconnessione degli studenti di teologia delle università svizzere » al di là delle barriere confessionali e linguistiche, e collegare le facoltà nonostante le diverse orientazione teologiche, così era l’idea presente alla base del Think Tank Theology (TTT). Nel 2012, all’iniziativa di Stefanie Neuenschwander (Zurigo), Manuel Amstutz (Zurigo), Niklaus Klose (Basilea) ed Evelyne Zinsstag (Zurigo), il TTT fu creato in questa prospettiva. Nel 2013, un gruppo di 16 studenti di teologia di Basilea, Ginevra e Zurigo, ne fecero una realtà: a Beatenberg fu creata l’associazione TTT. La promozione dell’interconnessione degli studenti di teologia delle università svizzere è il terzo, ma nonostante il più importante, articolo degli statuti.

Da allora, si tiene un weekend al centro d’ogni semestre, avendo luogo ogni volta ad un altro posto, in un albergo in Svizzera. Il secondo weekend riunì 30 studenti di sette facoltà diverse. Da quella volta, tra 40 e 50 studenti provenendo di quasi tutte le facoltà e di tutte confessioni, partecipano regolarmente ai weekend. Un tema è definito per ogni incontro, ed è spesso una questione che non è talmente indirizzata nei corsi universitari. In diversi workshop preparati dagli studenti, diversi aspetti del tema sono discussi e a volta dibattuti. A fianco di questi workshop, numeri momenti di scambio interfacoltare e ecumenici sono offerti: escursioni, giochi, musica, culto o messa, ed ovviamente l’inevitabile festa del sabato sera.

Discussione al secondo weekend (SaasGrund, 10/2013).

Discussione al secondo weekend (SaasGrund, 10/2013).